Vai al contenuto

Lezione aperta 27 gennaio

Il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz sancendo la fine dell’Olocausto.

Il Giorno della Memoria (o Giornata della Memoria) che si celebra il 27 gennaio è stato istituito in Italia nel 2000, cinque anni prima rispetto alla ricorrenza internazionale proclamata dall’ONU. In Italia vengono commemorate le vittime del nazismo ma anche delle leggi razziali italiane, e tutti coloro che si opposero allo sterminio rischiando la vita per salvare i perseguitati. Il motivo della istituzione del Giorno della Memoria non è però la sola commemorazione di una tragedia enorme; è anche un modo per guardare al futuro, come ha ricordato la senatrice Liliana Segre: «Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare». Manteniamo viva la  consapevolezza dei crimini del passato per impedire che si ripetano nel futuro.

Nell’ambito del Giorno della Memoria 2023, l’Unipinto, oltre alla visita al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano (oggi Memoriale della Shoah) programmata per il 19 gennaio,

invita gli studenti e tutta la cittadinanza alla presentazione del libro:

Lascia un commento